24 luglio 2016

Luglio 2016, Busto Arsizio (VA) - Lettera aperta al nuovo Sindaco della città.

Egreg. Sig. Sindaco Emanuele Antonelli,
noi amici e podisti del parco di via Alassio, zona eliporto -  Pronto Soccorso dell'Ospedale,   un tempo Parco Sempione (poi un colpo di vento si portò via l'insegna), ritorniamo alla carica per denunciare anche a Lei lo stato di abbandono che versa questo polmone di verde molto frequentato dai suoi concittadini: podisti, pensionati, studenti, gente della zona e non solo.
I giornali locali hanno più volte evidenziato la situazione del parco con articoli e foto ma non c'è mai stata una risposta dalle autorità competenti. Molte sarebbero le cose da fare o  rifare ma una in particolare salta all'occhio in questo periodo di caldo a qualsiasi frequentare che voglia trattenersi un po' al fresco delle piante: LE PANCHINE. Sì Egr. Sindaco, in questo parco sono solo 4 le panchine utilizzabili (quelle posate 15 anni fa quando attraverso una raccolta di firme riuscimmo a far rendere fruibile il parco), tutte le altre (11),  rese inservibili dal tempo e dall'incuria; la cosa è stranota a tutti e ci fermiamo qui. Sistemare o sostituire le panchine sarebbe il primo passo  intanto che  la sua giunta metabolizzi un problema molto più vasto  come pista e verde.
La salutiamo, augurandole buon lavoro e la invitiamo a farsi un giro in quello che noi affettuosamente chiamiamo "Parchetto".  
Le alleghiamo una galleria di foto per promemoria.
Grazie per l'attenzione,
Gli Amici del Parchetto
Antonio Capasso

23 luglio 2016

Cannobio (VB) - Mozzafiato Sky Race, arrivano i primi nomi importanti

Si avvicina rapidamente la sesta edizione della Mozzafiato Sky Race, con partenza e arrivo a Cannobio (VB) e 2.250 m di dislivello in 30 km, e iniziano ad arrivare conferme importanti sugli atleti che saranno al via della spettacolare prova che toccherà come quota massima i 2.189 m del Monte Limidario.
Sarà al via la trionfatrice dello scorso anno, Emanuela Brizio, che tra le molte vittorie del 2016 può annoverare la vittoria alla Maratona della Valle Intrasca in squadra con Stefano Trisconi e il recente primo posto nella Bettelmatt Sky Race. Ha inoltre già confermato la propria presenza Lara Crivelli, seconda sabato scorso alla prima edizione di Bettelmatt Ultra Trail e soprattutto nel 2016 già vincitrice del Maremontana Trail, del Gir Curt al Trail del Monte Soglio, della Maratona della Valle Intrasca con Yulia Baykova e del Gran Trail Courmayeur.
In campo maschile non poteva mancare

21 luglio 2016

Il 23 ottobre 2016 ad Abbiategrasso sarà giornata di corsa a 360 gradi.

Ad Abbiategrasso sarà una giornata di corsa a 360 gradi quella del 23 Ottobre 2016.
Nella stessa location della città milanese prenderanno il via due “Corse del cuore”; da 1,5km per i ragazzi fino a 12 anni e da 8,5 km per la family non competitiva.
Sarà poi la volta di due gare certificate FIDAL;  la “Mezza del cuore”  e la “Rotary Marathon dei Navigli”. L’idea iniziale del Rotary Club Abbiategrasso e del suo presidente Marco Rognoni è stata accolta dalle società della zona impegnate a vario titolo nel mondo del running.
Lo scopo prefisso è quello di abbinare un evento sportivo rilevante ad un contesto territoriale con notevoli risorse storiche e naturali che vanno dal Castello visconteo alle Alzaie del navigli, dall’Abbazia di Morimondo al Parco del Ticino, passando per le ville di Cassinetta e Robecco, ma senza dimenticare il fine benefico della manifestazione.
Il Service sarà dedicato alla raccolta fondi per l’ampliamento del centro diurno di recupero per disabili mentali di Poyya in India gestito dalle piccole Suore della Divina Provvidenza molto legate al nostro territorio. L’ALA Abbiategrasso, il VTV Abbiategrasso, l’Ondaverde Athletic Team di Corbetta, l’U. S. Casterno, il Gajna Club Abbiategrasso, il gruppo Latigre di Carpenzago, le Salamelle di Abbiategrasso, i Crow runners di Ozzero e il Running Motta Visconti, l’Airone di Albairate con il Rotary Abbiategrasso vi aspettano numerosi e vi invitano a visitare il sito www.rotarymarathon.it per tutte le informazioni; con un occhio particolare ai riconoscimenti per i singoli atleti ed ai bonus per le società.
Guarda il video del percorso: https://youtu.be/Lqcsvj_STcI
Iscrizioni in corso: OTC-Como>>>

In 683 a Cressa dove vince Claudio Guglielmetti

Wonderful Cressa. Soprattutto nella zona collinare alle spalle del paese dove 683 podisti hanno ingaggiato una corsa furibonda contro sciami di famelici moscerini. Hanno vinto i podisti trascinati dal pratese Claudio Guglielmetti, 28 anni, dipendente dell'Alberghiero di Varallo Sesia, delle cui vittorie si sta ormai perdendo il conto. Con la benedizione del fratello maggiore Francesco, quello con la laurea in Scienza dei metalli, Claudio ha subito preso il comando

18 luglio 2016

17 luglio 2016, Bettelmatt SkyRace - Io le cose serie non le so raccontare, di A. Sgarbi

[ FOTO ] - "Non hai freddo?" è la domanda che mi facevano tutti stamane.
Porcoggiuda sì che ho freddo nonostante il grasso sottopelle che mi rende più simile a una foca che a una persona, però lo vedete che là sulla montagna c'è il sole? Secondo me viene caldo.
Che fatica avere sempre ragione.
Inizia così la mia Bettelmatt Race. "Faccio la 22 perché le gambe sono un po' stanche". Ma va, faccio la 22 perché non c'è mezza voglia di sbattermi a metà luglio, e perché ho fatto 36 settimana scorsa, e perché che ansia i cancelli eh. Quante scuse mi regala la pigrizia.
Però questa Bettelmatt, non è da fare di corsa. Tutto talmente bello che sarebbe da fare tutta camminando per potersi guardare intorno e portare tutto nel cuore. Per non sbagliare ho fatto abbastanza così, non ho tirato (che poi s'è mai visto che io tiri a una corsa? Al massimo tiro insulti), ho fatto delle foto, mi sono goduta il percorso e pensa, non sono nemmeno arrivata ultima. Che non sarebbe stato un problema comunque.

17 luglio 2016, Riale (VB) - Bettelmatt SkyRace km 35 e Race km 22 - Foto e Notizie

(17 luglio 2016, Riale-Val Formazza - C.S.) - In una giornata meravigliosa sotto ogni profilo si sono svolte oggi le altre gare in programma nel weekend di Bettelmatt Ultra Trail: Bettelmatt Sky Race (35 km per 1.940 m D+), Bettelmatt Race (22 km per 750 m D+) e la non competitiva Giro del Lago.
La 35 km ha visto trionfare per la terza volta consecutiva Cristian Minoggio (Team Salomon Valetudo) ed Emanuela Brizio (Valetudo Skyrunning); Minoggio ancora una volta ha vinto nettamente, chiudendo in 3h16'25"; al secondo posto si è piazzato l'elvetico Roberto De Lorenzi (Team Vibram Bellagio), nazionale svizzero di Corsa in Montagna, che ha terminato la propria prova in 3h32'47"; terzo il portacolori del Salomon Bergteam Riccardo Borgialli in 3h33'05".
Tra le donne Emanuela Brizio non ha avuto, come spesso accade, rivali, ed è stata l'unica donna a chiudere in meno di 4h; 3h55'02" il suo tempo, contro 4h18'15" della seconda classificata, la forte Daniela Rota, e 4h32'01" della terza classificata, Cecilia Pedroni (Trailrunner Finale Ligure).
Se Brizio e Minoggio sono ormai degli habitué in Val Formazza, nella 22 km c'è stata la prima vittoria del giovane Marcello Ugazio (Azzurra Triathlon Team), Campione Italiano di Cross Triathlon, che si è imposto in 1h53'49" dopo una avvincente sfida con Alessandro Turroni (Ossola Sky Running), piazzatosi poi secondo in 1h55'54", e Mauro Stoppini (Team Salomon), che ha conquistato il terzo gradino del podio in 1h57'11".
Una grande Elena Colonna (Ossola Sky Running) ha vinto la gara femminile della 22 km tagliando il traguardo dopo 2h29'08"; al secondo posto l'atleta di casa Arianna Matli (Caddese) in 2h32'22", mentre terza si è piazzata Daniela Bona in 2h38'57".
Un po' di numeri: 460 iscritti (438 partiti) alla BR e 282 iscritti (267 partiti) alla BSR; sommati ai 216 iscritti della BUT (198 partiti) di ieri - ricordiamo le vittorie di Giulio Ornati e Simona Morbelli.
Podio Giro del Lago:
Uomini - 1.Paolo Pollarolo - 2.Christian Arici - Fabio Borghini - Donne - 1.Marta Menditto - 2.Alice Gattoni - 3.Cristina Grassi

Con i 113 del Giro del Lago di 8 km possiamo dire che nel weekend oltre mille persone si sono recate in Val Formazza per correre sui sentieri di questo magnifico territorio (e i partecipanti della BUT si sono spinti fino all'Alpe Devero)!
Grande la soddisfazione di Formazza Event, che ha organizzato Bettelmatt Ultra Trail, per l'ottima riuscita dell'evento. (Ivo Casorati) - Ulteriori informazioni su www.formazzaevent.com
***
 SERVIZIO FOTOGRAFICO A CURA DI
Antonio Capasso e Luigi Framarini
Album Luigi: di tutto un po' 

ALBUM 1: pregara e partenza km 35 
ALBUM 2: partenza km 22 
ALBUM 3: giro del lago e arrivi lago e 22km (1)
ALBUM 4: arrivi 22 (2) e 35km (1)
ALBUM 5: prem lago - arrivi 22 (3) e 35 (2)
ALBUM 6: arrivi tutti - prem. 22/35 
le foto negli album non sono sempre in ordine cronologico
***
un salto nel passato!
BETTELMATT 2010: ALBUM>>> 1 -- ALBUM>>> 2 -- ALBUM>>> 3
***

Vasyl e la Ragonesi primi nel Giro del lago di Mergozzo - Da Momo alla kermesse sull'isola dei Pescatori, di S. Bottelli

Giro del lago di Mergozzo
Sotto le fronde benedicenti dell'ultra centenario olmo dell'omonima piazzetta, sono scattati in 650 l'altra sera per il tradizionale Giro del lago di Mergozzo ormai giunto alla sua quindicesima edizione. Da percorrere 7 km, il primo tratto in asfalto, poi sterrato nell'attraversamento della zona dei campeggi, quindi l'impegnativa salita ancora su asfalto per arrivare al "sentiero azzurro" con picchiata finale verso il traguardo. Qualche insidia nell'ultimo tratto

16 luglio 2016

15 luglio 2016, Samarate (VA) - Trail di Takery by night - FOTO e NOTIZIE

16 luglio 2016, Cascina Costa di Samarate (VA) - Si è tenuta ieri sera nei boschi di Cascina Costa, un vasto polmone di verde addossato all'aeroporto della Malpensa, la seconda edizione del Trail di Takery ("L’idea del nome è nata prendendo spunto da una commedia di Kenny Ortega per la Disney “Hocus Pocus” , dove Takery era un bimbo che nel lontano 1693 a Salem nel Massachusetts, cerca di salvare la sorellina Emily dalle streghe, ma una volta scoperto viene trasformato in gatto nero…") organizzata dalla Nuova Atletica Samverga ed  Assosport. La gara non competitiva sulla distanza di 10,5 km facente parte del circuito "Criterium Varese che corre" 2016 ha visto ai nastri di partenza oltre 250 partecipanti che si sono poi avventurati nel bosco attrezzati di lampade, fischietti e borracce in regime di autosufficienza pronti a superare qualche ostacolo creato volutamente per movimentare il percorso. Trail molto apprezzato dai concorrenti sia per il percorso che per l'organizzazione. Anche i bambini hanno avuto la loro parte con un mini trail di 1200 metri partito mezzora prima della gara ufficiale. Alla fine della gara il meritato ristoro per tutti a base di cocomero e tè freddo ma forse erano le uniche cose che stonavano visto il vento gelido in un clima leggermente autunnale... ma chi poteva saperlo!
Il podio:
Uomini - 1.Manuel Beltrami - 2.Colombo - 3.Marco Gatavaglia
Donne - 1.Simona Lo Cane - 2. Serena Mattavelli - 3.Morelli
*** 
LE FOTO

15 luglio 2016

Bettelmatt Ultra Trail, una starting list di altissimo livello - CS - VIDEO

BUT - 83 km
È ormai definita la starting list di Bettelmatt Ultra Trail, in programma sabato 16 luglio sullo spettacolare percorso di 83 km e 5.080 m D+; confermati Stefano Trisconi (New Balance Italia - n° di pettorale 2), già Campione Italiano di Trail e laureatosi Campione Italiano di Skyrunning a coppie Fisky insieme a Emanuela Brizio, e Giulio Ornati (Team Salomon Isostad - n° 1), quest'anno 1^ nel Maremontana Trail e nel Tuscany 100 km crossing e 4^ al recente Maxi Race di 86 km.
Al via anche Daniele Fornoni (Team Tecnica - n° 3), uno dei più titolati atleti italiani; è stata definitivamente confermata la presenza di Stefano Ruzza (Team Vibram - n° 7) nel 2016 vincitore dell'Ultra Trail dell'Asinara e de Le Porte di Pietra 71 km; da segnalare anche Marco Zarantonello (Salomon Berg Team - n° 120) e Max Valsesia (Runners Valbossa).

11 luglio 2016

E ...state Correndo 2016: a Corbetta si chiude alla grande, di E. Comparelli

Bagài,
one is mej che two? Per mì a l’era mej dù, nel senso che mi piacevano sia la Corbetta di sera che la Magnago Jackpot e me le godevo tutte due. Quest’anno invece queste due classiche serali sono diventate una gara sola: il Jackpot si è spostato a Corbetta, è cambiata la logistica del ritrovo ed il percorso è diventato tutto cittadino.
All’arrivo mi immetto nel parcheggio di OndaVerde, che è gestito da decine di volontari con precisione ed organizzazione di stampo teutonico: "Friz, es gibt immer noch fünf plätze!" traduzione "Giùan, varda che chì a ghè ancamò cinq pòst!". Ogni auto in arrivo trova facilmente il suo posto. Ciumbia, na bèla diferensa rispet a la norma del “la machina l’è mìa e la mòli indùe casso me pàr”.