25 febbraio 2015

22 febbraio 2015 - A Vasyl Matviychuk il Trail di Vogogna - FOTO

[ FOTO ] [ FOTO 2 ] - Pochi ma buoni, anzi buonissimi, al trail di Vogogna organizzato dalla Atletica Avis Ossolana in collaborazione con l' Unione Sportiva Vogognese. Al via si sono schierati in 210 tra i quali alcuni fuoriclasse. Da percorrere 17 km lungo un tracciato naturalisticamente affascinante. Primo al traguardo l'ucraino Vasyl Matviychuk, ossolano di adozione, in un'ora 05'45", che ha preceduto di 15" Rolando Piana (Valetudo), buon terzo l'antigoriano Mauro Bernardini (Avis Ossolana) al suo rientro dopo vari acciacchi. A completare

2015 - MARZO di CORSA - Calendario Gare

MARZO di CORSA, PER ME, INIZIA COSI':
28 FEBBRAIO / 1 MARZO
Sabato 28 - Courmayeur  (AO) - "Winter Eco Trail by Night " - SITO
Sabato 28 - Carate Brianza (MB) - "CROSS BRIANZOLO" - SITO
Domenica 1 - Vercelli (VC) - "VERCELLI RUN" - varie distanze - SITO
Domenica 1 - Treviso (TV) - "TREVISO MARATHON" - SITO
Domenica 1 - Parabiago (MI) - "PARABIAGO RUN" - 10km comp. e non -   SITO
Domenica 1 - Abbiategrasso (MI) - "Corriamo per l'Hospice" - FIASP - VOLANTINO
Domenica 1 - Suno (NO) - "GAMBA D'ORO" - 1a tappa - SITO
Domenica scorsa è calato il sipario anche sull'Ammazzinverno. Ultima tappa a Paruzzaro, sede del gruppo sportivo che ha sempre gestito questa manifestazione ideata per coprire il vuoto invernale della Gamba d'oro. Era l'edizione del trentennale ed è stato un gran bel correre sulle fangose colline circostanti. Successo finale del pratese Francesco Guglielmetti che ha preceduto vecche lenze del calibro di Christian Mattachini, Matteo Raimondi, Gabriele Zaffiretti e Livio Saltarelli, mentre in campo femminile si è imposta a sorpresa Giada Licandro. Sono state 20 le tappe dell'Ammazzinverno per un totale di 7 mila 647 cartellini, il che significa una media di 382 partecipanti a tappa. Ed anche questo è un record. Per quanto riguarda la classifica finale per gruppi si è imposto il Castellania di Gozzano, tenendo a debita distanza nel finale la Cecca di Borgomanero e lo stesso Paruzzaro, piazzatisi al secondo e terzo posto rispettivamente. Giù dal podio quest'anno il Gravellona, che vantava molti successi nelle passate edizioni e che domenica si è dovuto accontentare del quarto posto. Bravi e generosi gli organizzatori Gianni e Domenico Gallio, Ornella Pagani, Piercarlo Manni e Angelo Fioramonti, solo per citare lo "zoccolo duro" del Paruzzaro. Il testimone passa ora al Lupi di Suno ai quali spetta anche quest'anno l'esordio in Gamba d'oro. A Suno dunque, domenica 1° marzo il debutto della Gamba d'oro edizione numero 40 (km 10,5-2,5, ore 9, il via dall'area della palestra comunale). (Bottelli)
Domenica 1 - Torino (TO) - "RECORDANDO" - 10 km + 6 ore - Alle ore 10 al Parco Ruffini, scatta la settima edizione di Recordando - Gara podistica organizzata dal Giro d'Italia Run. Oltre alla tradizionale prova sui 10 Km, vedrà anche la disputa di una prova sulle 6 ore proprio sul circuito di 2.000 metri, omologato Fidal, che l'11-12 aprile
farà da palcoscenico al Campionato del Mondo ed Europeo di 24 ore - SITO
Domenica 1 - Roma - "ROMA - OSTIA" - bellissima! -  SITO
Domenica 1 - Ciriè (TO) - "Camp. Naz. Campestre" - VOLANTINO - SITO
Domenica 1 - Oleggio(NO) - "Camminata dell'Amicizia" - FIASP - SITO
Domenica 1 - Arconate (MI) - "STRAVIS" - Piede d'Oro - SITO
Domenica 1 - Gerenzano (VA) - "Airone Running" - FIASP - SITO
Domenica 1 - Lodi (LO) - "Camminata tra le Cascine" - FIASP - SITO
Domenica 1 - Monza (MB) - "Giornata del Cross" - SITO
Domenica 1 - Bra (CN) - "9 Miglia di Bra" - SITO
Domenica 1 - Lecco (LC) - "Maratonina di Lecco" - SITO
Domenica 1 - Lavagna (GE) - "MARINA TRAIL" - VOLANTINO
Domenica 1 - Alpe di Mera (VC) - "Alpe di Mera SkiAlp" - SITO
PER QUESTO FINE SETTIMANA E', PIU' o MENO, TUTTO

24 febbraio 2015

Cronaca Semiseria di una Vittoria … Mancata - "Mezza di p(M)alta", di E. Comparelli

Siamo alla Mezza di Malta, gara internazionale con sponsor prestigioso:
Quella che raccontiamo è una ricostruzione di fantasia, ma credo molto vicina alla realtà
- il signor Pavlos Tsanavaras è un atleta greco, maschio di buon livello che viene registrato tra gli iscritti come donna
- fa la sua gara senza problemi ed arriva al traguardo in 14° posizione circa 7’ dopo il vincitore in 1h 16' e 28” senza tagliare il nastro di “vincitrice”, essendo evidente a tutti che è un uomo
- dopo quasi 9' arriva al traguardo l’atleta italiana Simona Baracetti del Road Runners Club Milano che è donna “sotto tutti gli aspetti”; pensa di essere la prima donna ma non vede il nastro della vincitrice; chiede agli addetti che le comunicano “sei seconda” e taglia il traguardo un po’ incazzata in 1h 25’ 26”; vedendola arrivare TDS aveva probabilmente comunicato  "ATTENZIONE, la prima donna è già arrivata ed è classificata con 1h 16' e 28” "; nessuno ha visto transitare una donna sul traguardo ma la tecnologia non sbaglia! gli organizzatori vanno in bambola e si dimostrano incompetenti e poco preparati
- vengono stilate le classifiche e la vincitrice tra le donne risulta Tsanavaras Pavlos;  nessuno  si pone il problema che Pavlos è un nome da uomo (eccheccacchio! mica tutti conoscono la lingua greca o hanno fatto studi classici) e soprattutto che nessuno ha visto transitare sul traguardo un’atleta (con l’apostrofo) con “sembianze femminee” prima di Simona
- alla premiazioni della classifica femminile cosa sia successo non si sà; Simona torna a casa incavolata nera perché pensava di avere vinto; il signor Pavlos si sarà presentato con la parrucca? Mistero!
- a casa Simona spulcia le foto dell’amica Chiara e scopre quella della vincitrice col pettorale n° 3032 e fa un balzo dalla sedia “Ciumbia, varda chì che rasa de sgrambòna!”; scrive a TDS ma la tecnologia non sbaglia; manda le foto della vincitrice e dopo due giorni … ussignùr c’è stato un piccolo errore!
Simona purtroppo è recidiva nell’arrivare prima  nelle gare senza tagliare il traguardo da vincitrice; ha vinto la DJTEN dell’anno scorso ma prima di lei erano arrivate ben tre atlete che non potevano gareggiare e non l’hanno fatta neppure salire sul podio. A proposito: qualcuno sa come è andata a finire quella faccenda?
Un abbraccio a tutti,
Compa

23 febbraio 2015

22 febbraio 2015, Maratonina di Treviglio. A. Aarts

Ce l’ho praticamente sotto casa ma è sempre coincisa con le Terre Verdiane, da me preferite perché mi consentivano un lungo di 30 km in vista di altre distanze in primavera.
Chi mi conosce sa che sto litigando con una serie di problemi fisici che sembrano non volersi risolvere e avendo ripreso a correre da poco, al momento mi fermo alle “mezze”. Ieri è stata la volta di Treviglio. Le due precedenti gare a Portofino e a Verona hanno ridato un po’ di fiducia alla mia corsa, parto senza pretese ma decisa a dare quanto il mio fisico mi consente.
Dopo una notte di grandi piogge Treviglio ci accoglie con un cielo nuvoloso tendente al chiaro (evviva gli ottimisti) e al momento dello start non cade più neanche una goccia.
Nella palestra adibita a centro logistico ritiriamo i pettorali e ci perdiamo in chiacchiere con i numerosi conoscenti che la affollano, tra cui mio fratello. Tutto sembra volgere al peggio quando un interminabile e dolorosissimo

22 febbraio 2015

Salsomaggiore (PR), 22 febbraio 2015 - Maratona delle Terre Verdiane - Foto e Video

Salsomaggiore Terme, 22 febbraio 2015 - Maratona delle Terre Verdiane e non solo! Il fine settimana passato era stato caratterizzato da gare con pioggia, neve, freddo e tanto fango, oggi solo pioggia e freddo... è andata bene! Certo non la pensono così gli oltre 1500 podisti che partiti da Salsomaggiore si sono poi divisi tra le varie distanze in programma: 10 km, Mezza Maratona, 30 km e la Maratona che aveva il suo arrivo a Busseto. Freddo, pioggia e vento hanno messo in difficoltà molti dei concorrenti ed in special modo quelli delle distanze più lunghe. Poi la beffa, quando ormai la gara più lunga era giunta al termine ha smesso di piovere ed un pallido sole ha fatto capolino tra le nuvole. Buona complessivamente la trasferta con gli amici della San Marco di Busto Arsizio che si sono cimentati nell'ennesima Maratona, ottimo il risultato dell'unica donna del gruppo, Monica Pilla, che con il tempo di 3.14.10 è salita sul terzo gradino del podio.
Podio Maratona
UOMINI - 1.Ferrari Marco (Atl. Franciacorta) 02:34:29 - 2.Lorenzo Giulio (Italia Marathon Club) 02:40:07 - 3.Lazzarotti Andrea (Atletica Massa Carrara) 02:43:28

DONNE - 1.Aicardi Ilaria (Atl. Reggio Asd) 02:56:52 - 2.Ceretto Sonia (Maratoneti Del Tigullio) 03:10:00 - 3.Pilla Monica (Atl. San Marco) 03:14:10
LE CLASSIFICHE COMPLETE

19 febbraio 2015

Magenta, 1 febbraio 2015 - StraMagenta... RITROVATA ! - FOTO

Magenta, 1 febbraio 2015 - StraMagenta... RITROVATA ! -  Delle migliaia di foto scattate alla StraMagenta una parte sembrava misteriosamente perduta. Una delle tante schede con le foto realizzate, sembrava svanita nel nulla. Ieri, improvvisamente s'è materializzata sul pavimento del bagno. Era finita nelle pieghe di un pantalone pronto per andare in lavatrice!
Delle foto ritrovate (miracolo!... MIRACOLO!!) ne stiamo facendo una selezione. Ecco il primo album!
NUOVE:
***

16 febbraio 2015

AranciOlona NON fa rima con SFIGA ma con SFIDA !

[ FOTO ] - Un meteo a dir poco bizzarro ha incorniciato la 7° edizione dell’AranciOlona e la corsa competitiva UISP “La 22 km della Valmorea - Memorial Mamo Graziani.
Dalle ore 5 alle 12 di domenica mattina, su Olgiate Olona e dintorni, si è scatenato un vero e proprio flagello siberiano in perfetta sincronia  con l’inizio  ed il termine della nostra manifestazione sportiva.
Neve , freddo, acqua  e gelo hanno messo a dura prova gli 80 volontari impegnati nell’organizzazione dell’evento che hanno reagito con lo “spirito Arancione” che li
contraddistingue.
E questa volta di spirito Arancione ne è servito parecchio perché gl’inconvenienti  provocati dalla tormenta e dal gelo sono stati tanti.
Dai gonfiabili che si “sgonfiavano” per il peso della neve ( Fantozzi non avrebbe saputo inventarsi di meglio) al camion dell’organizzazione impantanato

Milano e Olgiate Olona 14 e 15 febbraio 2015: Missione Marziana e AbbracciOlona, di E. Comparelli

[ FOTO ] - Un POCO tranquillo week end di corsa
Bagài,
le previsioni meteo per lo scorso week end erano del tipo tdm (tempo di merda!); la realtà è stata anche peggio delle previsioni; avevo in programma due uscite ed entrambe sono state … umide
Sabato 14 febbraio 2015: Missione marziana n° 67 “Fai fiorire il cielo” per COMETA
Abbiamo corso per COMETA (http://www.puntocometa.org/), per regalare 10 staffette della Milano Marathon e far correre 40 dei loro ragazzi; era la missione di Carnevale che di solito è la più allegra e colorata; purtroppo la pioggia, il freddo e vari altri motivi (trasferte per gare, influenza&co, ecc.) hanno ridotto al minimo i partecipanti.
Ciononostante è stata una missione

15 febbraio 2015, Cinque Mulini - "Potrebbe andar peggio, potrebbe piovere..." di A. Maltagliati

[ FOTO ] - A metà settimana Antonio, preciso come sempre, manda una mail dal titolo “5 Mulini, ultima chiamata” con la lista degli iscritti e un sollecito per gli indecisi e i ritardatari, gli rispondo: “Per domenica danno acqua”, la sua contro risposta è: “non potrà esser peggio di Desenzano” (2014, gara valevole come campionato regionale cross a squadre, chi c’era sa quali siano state le condizioni di quel cross!)…
…penso che possa essere vero, Desenzano fu una di quelle situazioni meteo estreme irripetibili (?!)…
…alle 6:30 suona la sveglia mi preparo ed esco di casa per andare a prendere Stefano, sento la pioggia, ma appena varcato l’uscio quello che vedo sono fiocchi di neve

15 febbraio 2015, Vittuone (MI) - Mezza del Castello - Chi l'ha dura la vince, di G. Colombo - FOTO

[ FOTO ] - La bella prestazione di Magenta senza  PB ufficiale mi ha lasciato un po' di amaro in bocca. A Vittuone vorrei provarci, ma io soffro le mezze, sono poi un runner emotivo, insomma sì una mezza sega. Poi il risveglio mattutino è accompagnato da uno sguardo fuori la finestra che mi riempie di stupore: "Ecchec... Ma chi ha previsto neve stamattina?" Ormai sono in piedi e aspetto Massimiliano Milani che mi passa a prendere. Quattro chiacchiere in auto e andando verso Vittuone vediamo che i campi sono meno imbiancati. All'arrivo a Vittuone molto meno, anzi solo acqua. Ritiro pettorale con saluto a Diego Furia oggi in versione accompagnatore e ad altri San Marchini. Siamo in tanti anche oggi.
Riscaldamento tranquillo con sacco dell'indifferenziato a proteggermi - si fa per dire - dal bagnato. Alla partenza nevica e fa freddino, tempo da Highlander. Finalmente

15 febbraio 2015

15 febbraio 2015, San Vittore Olona - Cinque Mulini e tanto fango! - FOTO e VIDEO

15 febbraio 2015, San Vittore Olona - 83° Cinque Mulini Cross Internazionale
Oggi questa gara, pur essendo un Cross, si poteva tranquillamente chiamare corsa da fachiri; tutto il percorso era solo fango, e che fango, e pozze d'acqua!!!
Ciononostante una quantità di concorrenti si sono presentati iniziando di prima mattina alle 8.40 con la categoria maschile 50 e oltre seguita da quella dei più giovani, si fa per dire, e infine per completare la categoria Master, sono partite le "Lady" categoria unica.
Indipendentemente dalle condizioni del terreno, ognuno ha dato quanto poteva, comprese le cadute, il fango che letteralmente li copriva. Tutte e tutti da ammirare.
Quello che più mi ha impressionato è il gran numero di giovani atleti: ragazzi, cadetti e allievi, maschile e femminile che correvano con grinta in mezzo al fango e all'acqua che in alcuni punti arrivava alle ginocchia. Poi si dice che i giovani sono poco impegnati nello sport individuale e faticoso come quello dell'atletica.
Sono poi seguite le due gare principali ovvero quelle delle Senior femminile purtroppo disertate dalle nostre migliori atlete. Fa eccezione la nostra Valeria Roffino artefice di una magnifica prestazione.
Nella gara maschile, disertata anch'essa dai nostri migliori atleti, ha prevalso l'Etiope Edris che ha dominato  pur con una partenza ritardata da una caduta nel fango.
Alla prossima Cinque Mulini speriamo con il sole ma bella anche con la neve, fango e acqua.
Gianni Alvazzi
***
Servizio Fotografico di Gianni Alvazzi e Beppe Fierro
***

15 febbraio 2015, Olgiate Olona - AranciOlona di bianco vestita! - FOTO e NOTIZIE


15 febbraio 2015, Olgiate Olona - 22 km della Valmorea e AranciOlona - Dopo il fango della Cinque Mulini e la copiosa nevicata della AranciOlona/22 km della Valmorea si è finalmente concluso il mio tour settimanale foto-idro-podistico! Incantevole il passaggio della Valle Olona sotto la neve ma, se all'occhio era piacevole a vedersi, un po' di difficoltà l'ha creata ai tanti presenti  e non tanto a chi era iscritto alla "tapasciata" quanto a chi aveva optato per la 22 km che in realtà è diventata un po' più breve in quanto  il percorso è stato accorciato per l'impraticabilità di alcuni tratti. L'organizzazione perfetta della società Podismo e Cazzeggio ha saputo egregiamente far fronte all'evento atmosferico, limitando al minino gli inconvenienti del caso. Con neve o con il sole la fantasia di Podismo e Cazzeggio è senza limiti! Questa volta  al super- ristoro del 5° km erano presenti gli Orobian Pipe Band, un gruppo musicale in Kilt e Cornamuse che si è esibito con musiche tradizionali scozzesi intrattenendo piacevolmente i podisti che si fermavano al ristoro.
Ristoro finale con la tradizionale pasta e fagioli (ottima!) e le premiazioni della competitiva ha concluso l'AraciOlona in bianco ed anch'io, finalmente, mi sono potuto asciugare  e togliermi i blocchi di fango e neve dagli scarponcini!
Salgono sul podio della seconda edizione della 22 km della Valmorea:
Uomini - 1.Mascheroni Simone (Libero) 1:10:41 - 2.Caldiroli Fabio (Corradini Excelsior Rubiera) 1:12:27 - 3.Maddalena Domenico (Atl. Verbano) 1:12:36
Donne - 1.Lambert Jane (Irlanda) 1:30:43 - 2.Cavalli Giovanna (Bergamo Stars Atletica) 1:31:47 - 3.Zambon Rita (U.Pol. Gavirate) 1:36:52
I gruppi più numeroso della AranciOlona: Gli Abbraccini, capeggiati dal Compa, con 56 presenze, GP Cassano Magnago con 55, Camminatori San Carlo con 54.

14 febbraio 2015

14 Febbraio 2015, San Vittore Olona (MI) - Cinque Mulini Studentesca - FOTO e NOTIZIE

14 Febbraio 2015, San Vittore Olona - Cinque Mulini Studentesca - Fango, Fatica, Freddo e... Pioggia! Gli ingredienti c'erano tutti per mettere a dura prova i ragazzi delle scuole medie e medie superiori che questa mattina si sono dati battaglia non lasciandosi intimidire dalle condizioni del terreno di gara. Domani mattina sarà la volta della Cinque Mulini classica che vedrà sfidare sul percorso dell'antica e storica gara i più forti e famosi atleti del mondo.
LA CLASSIFICA DELLA STUDENTESCA
LE FOTO

12 febbraio 2015

Uno spiraglio di luce per Yulia Baikova, di S. Bottelli

"C'è un leggero recupero". Solo queste poche parole da Enzo Bertina, il compagno di Yulia Baikova, la podista che ormai da una settimana si trova ricoverata alle Molinette di Torino. "E' uno spiraglio di luce. Ma è presto per cantar vittoria, i medici dicono che devono passare altri giorni". La situazione è assolutamente sotto controllo 24 ore su 24. Yulia è sempre "sedata", ma domani, forse, verrà per la prima volta staccata l'apparecchiatura che provvede a tutte le funzioni, e la ragazza, anche se soltanto per un brevissimo tempo, sarà "risvegliata" e cercherà

9 febbraio 2015

Dedicato a Yulia. di M. Tosi

Ti ho conosciuta qualche anno fa a un vertical del Mottarone, ti affacciavi timida al mondo delle gare ma la montagna già assorbiva le tue emozioni, i tuoi entusiasmi e i tuoi pensieri.
Ho seguito curioso la tua crescita di atleta, mi sono appassionato ai tuoi post su facebook, dai quali traspare tutta la tua joie de vivre e la tua passione per il trail ma soprattutto mi sono lasciato contagiare dai tuoi sorrisi.
Sono una delle mille e più persone che è rimasta attonita alla notizia della tua malattia, folgorato da un simile fulmine a ciel sereno, sbalordito ancora una volta dall’imprevedibilità della vita, muto di fronte alla fragilità dell’uomo e impotente di fronte a disegni e volontà superiori.
Non ci è rimasto che, rubando una frase cara a Dumas, “attendere e sperare” che tu, ragazza di trent’anni

8 febbraio 2015, Abbiategrasso - Le Salamelle, di E. Comparelli

[ FOTO ] - Bagài,
l’àlter dì sèri drè a parlà cun vùn de Bùfalòra in dùe che fàn  sù i salàm e ‘l se lamentava “Me tùca ‘dà a laurà anca la dumenica; c’abbiamo da fare una super produzione di salamelle” Ciumbia! E gà credi, cun quei de l’Avis de Biagràss che fàn la tapasciàda di salamèi …
N’ho mai perdù vùna e anche quest’anno, nonostante freddo, gelo e neve che peraltro non sono certo una novità, ho prenotato il mio cartellino con salamella. Quest’anno il gruppo a favore dell’Abbraccio lo ha organizzato il Giuseppe Ciappina del Podismo Muggiano. Gran bel lavoro Ciappi! In 53 siamo arrivati secondi.
Partito da casa a -2°C, arrivato al ritrovo a -3°C; un frècc ca se barbèla. Ma i tapascioni arrivano più numerosi che mai; il Ciappi è già pronto coi cartellini; facciamo al volo un paio di sostituzioni. Mi sembra quasi di essere

8 febbraio 2015

8 febbraio 2015, Abbiategrasso (MI) - Salamellando con l'Avis - FOTO e NOTIZIE

8 febbraio 2015, Abbiategrasso (MI) - Ancora un'edizione  di successo della marcia non competitiva (FIASP), alla sua 6^ edizione, "Salamellando con l'Avis" organizzata con il consueto impegno dal Gruppo Avis Le Salamelle di Abbiategrasso. Circa 1600 i partecipanti che si sono distribuiti sui tre percorsi in programma di 7/12/21 km e che dopo tutta la neve dei giorni scorsi oggi hanno "avuto la fortuna" di soffrire solo un po' di freddo ed essere avvolti da una leggera nebbiolina ma in complesso i percorsi erano ben praticabili. Al ristoro finale chiusura in bellezza della manifestazione con il tradizionale panino con salamella, anche un tiepido sole  ad un certo punto è spuntato... ma ormai era tutto finito!
Innumerevoli i gruppi podistici presenti e premiati, tra i tanti si è aggiudicato il primo posto La Tigre con 62 iscritti seguiti da Podismo Muggiano & Friends con 53, completano il "podio" Quelli della Via Baracca con 47.
Vi ricordo che domenica prossima (15 febbraio) sarà la volta di Podismo e Cazzeggio con la famosa AranciOlona che per la seconda volta sarà affiancata dalla competitiva UISP "La 22 km dellaValmorea".
***

Novara, 8 febbraio2015 - Yulia Baikova è "in condizioni gravi, ma stabili", di S. Bottelli

La podista russo novarese Yulia Baikova, di 31 anni, si trova sempre ricoverata alle Molinette di Torino. Colpita da un virus influenzale, lotta disperatamente per sopravvivere. I medici la seguono attimo dopo attimo, ma non si pronunciano sul "caso". Vincenzo Bertina, il suo compagno, è distrutto dal dolore. Intercettato telefonicamente, si è limitato a dire: "Le condizioni di Yulia sono gravi, ma stabili". La situazione non è quindi precipitata, ma solo tra qualche giorno si potrà sapere se la forte tempra della ragazza riuscirà ad avere il sopravvento su questo male quasi misterioso. A Vincenzo continuano a giungere telefonate di sportivi e dirigenti che vogliono esprimergli la loro vicinanza e i loro auguri per una positiva soluzione di questo autentico dramma. A Novara, in particolare, tanta gente chiede e vuole sapere di Yulia, da molti conosciuta anche per aver lavorato in un negozio della città. Baikova, nativa della Lettonia, era ancora una bambina quando i genitori si trasferirono in Russia. Il padre era un pilota della aeronautica. Lo conobbe Vincenzo, proprio per caso, durante un suo viaggio in Russia, e dopo qualche tempo, esattamente dieci anni fa, i due giovani decisero di vivere insieme scegliendo la città di Novara. Yulia, rivelando grande attitudine per il podismo, da anni si cimenta soprattutto nel "trail", una attività letteralmente esplosa negli ultimi vent'anni, che prevede corse su lunghezze davvero incredibili, anche oltre i 50 chilometri. Un paio di settimane fa Yulia e Vincenzo avevano partecipato ad una di queste corse in programma in Toscana. Tutto era andato per il meglio, tanto che la ragazza era riuscita a conquistare il terzo posto tra le donne. Dopo qualche giorno il primo malore, un po' di febbre e un senso di crescente debolezza che costrinsero Vincenzo a trasportare Yulia al pronto soccorso di Novara. La situazione è poi precipitata rendendo necessario un ricovero alle Molinette di Torino.
Sandro Bottelli