21 maggio 2012

Milano, 20 maggio 2012 : AVON RUNNING, la corsa delle donne di Compa


Bagài,
domenica NON ho corso! Ho fatto un fioretto ed ho dedicato la mia mattinata al servizio di questa gara riservata al sesso forte.
Le gare in programma erano 3: una 10km competitiva; una staffetta 2x5km ed una non competitiva di 5km; il mio compito era di gestire il punto di cambio delle staffette situato dopo il tappeto del 5° km; al termine dovevo portarmi alla partenza della non competitiva per incanalare le oltre 9.000 scalpitanti gazzelle (beh! gazzelle minga tròp; a ghera dènter de tùtt: tusanètt, paciarutìn, nunètt e neudìn in carussìna, vùna cun la gamba ingesà e anca ‘na cavrèta ma la maggiùr part eran di spusòt bèj carussà).



Il comunicato stampa del giorno prima parlava di 600 atlete, 70 staffette e 9.000 non competitive; le staffette erano 13 e le atlete classificate 401; meno male che le 9.000 erano davvero 9.000 e forse più.
Le quote di iscrizione erano devolute in beneficienza a favore di IEO (Istituto Europeo di Oncologia).
Il mio gruppo di lavoro era composto dal mio Blues Brother Beppe Macis, grandissimo “catalizzatore” di energia positiva, dalla “cattivissima” Angie Violino e dalla Paolona Cuniberti.
Grande atmosfera di festa in Piazza del Cannone con tantissimi stand, compreso quello del Road Runners Club Milano, presidiato da alcuni “machos” molto apprezzati dalle atlete! Giove Pluvio ci ha graziato e si è trattenuto a fatica per tutta la mattinata prima di scatenarsi nel pomeriggio.
Al passaggio del 5° km ho potuto fare un tifo scatenato per tutte le atlete ed in particolare per le mie amiche Road e Marziane e devo dire che, al pàr minga vèra, ma in gara non c’era neanche una donna brutta. Credo di avere fatto il tifo per tutte anche se purtroppo mi è sfuggita la piccola grande Geo, troppo veloce!
Non è stato difficile gestire le 13 staffettiste anche se qualcuna scalpitava ed avrebbe voluto … partire prima dell’arrivo della compagna ”Ma dove s’è cacciata? Non arriva più!”!
Poi ci siamo spostati all’arrivo per applaudire le atlete che a me piacciono di più, quelle che arrivano “non nei primissimi posti”: la splendida Enrica sempre giovane, la Erica col marito ed i tre bimbi di servizio al deposito borse, la Barbarina, la Claudia, le gemelle Simo&Bianca, la staffetta più IN con Daniela e la Prof-Occhi di Cielo, Valeria-MagoG, le gemelle Sandra&AnnaMaria-Miss-BikiniLauretta-BelSorriso-a42-denti,  la prof-Anna, la Rita, la francesina Odile, l’americanica Amy, Linguaccia-Nico, la Gabriella-che-fa-buone-torte e tutte le altre!
Poi c’è toccato il compito più gravoso: tenere a bada la mandria scalpitante delle 9.000 ed accompagnarla alla partenza; io, il piccolo Macis e qualche altro volontario inseguiti da 9.000 “assatanate” … che incubo bestiale!
Alla fine ci siamo sfilati e sono partite tutte e non finivano mai … poi tra un gruppetto di nordic walkers ho riconosciuto una mia pallavolista di 35 anni fa ed allora ho rischiato la pelle e mi sono infilato dentro per baciarla; passano gli anni ma la Cris è rimasta una splendida creatura.
Qualche linguaccia si è lamentata del pacco gara maschilista: detersivi, detersivi, detersivi ed un libro di una collana “erotica” dal titolo che è tutto un programma “Inconfessabili desideri” ---)))
Io un inconfessabile desiderio ce l’avrei … l’anno prossimo mi depilo per bene, mi metto una parrucca e corro anch’io dietro a tutte queste donne.
Alla prossima,
Ettore “super-tifoso” Compa
>>>le foto
***

Nessun commento:

Posta un commento

Il vostro commento sarà visibile dopo verifica del moderatore.
Grazie