9 febbraio 2019

“L’anno del maiale”. Sottotitolo: “2019 Happy Chinese New Year Run” di E. Comparelli

Bagài,
martedì 5 febbraio 2019 era il Capodanno Cinese; è iniziato l’anno del maiale, oh bè, sì bè, nel senso del purscèll? Ciumbia, sarà mica il mio anno?
E sabato 9 febbraio il Road Runners Club Milano ha organizzato insieme alla comunità cinese la “2019 Happy Chinese New Year Run”. Si tratta di una non competitiva di 5 e 10km con ritrovo in Piazza Gramsci e partenza da Via Paolo Sarpi, il cuore della Chinatown di Milano.
Su richiesta degli amici cinesi la corsa è stata limitata a 200 partecipanti di cui 100 di etnia orientale; si correva a Chinatown, nella nuova bellissima Milano, città Europea, tra parchi e grattacieli e nella parte più storica tra Arco della Pace, Castello e Parco Sempione.
C’è da sottolineare lo scopo benefico della corsa, i cui proventi andavano a ViviDown onlus.
Mi alzo all’alba, ciàpi su ‘l zio Gianni e alla lilla di Gerusalemme aspettiamo Paolone e poi la Chiara e le sue amiche “monzine” (dal dissiunari longobardo se ciàmen monzine le bèle spùsòte briansòle).
Foèra dal metro cerchiamo un breakfast point; ciumbia Compa ma cume te sé preparà per le lingue fùrèste! Un bar a l’è tròp piscinìn, quest chì al ghe piàss minga. Infine ‘na sciura dal post ci fa “Guardate che dietro l’angolo c’è una bella pasticceria”. Sèm andà dènt e “Ciumbia, pancia mia fatti capanna” A ghèra da lecàs i baffi davanti e dedrè! 
Alla fine raggiungiamo il ritrovo di Piazza Gramsci, ritiriamo maglietta e pacco gara. I Cinès ‘in propì a l’avanguardia; vìst ca l’è l’an dal purscèll invece dal pettorale ghè dàn il “panciale” incorporato nella t-shirt (mì e l’inglès ‘ndèm propi a braccetto!). La maglietta è “taglia unica” 4XL; a mì la mè và quasi bèn; alla Chiaretta ci fa da gonnellina mentre per i bimbini diventa una tunica.
Andiamo a cambiarci nella vicina sede Road e poi facciamo salotto coi tanti amici presenti: italiani, cinesi e sudamericani. La brasileira Maraisa, la Chaski Runner Gisela e la cinesina Sciuè, ca voèr dì “Neve”. La pàr na tusèta (teenager in albionico) ma la dìs d’avega 43 an “senti che chiappe dùle che c’ho!”! Abbraccio la Stella di ViviDown ca per brassàla su tutà gà vuraria la prolunga e per basàla sù un bel scagnèll. 
Ci sono alcuni ragazzi-dragoni che parteciperanno alla sfilata di domani ed è presente anche il Console Cinese che dà il via battendo a più riprese sul gong cinese.
Con Chiara, Gianni e Paolone partiamo di buon passo per la 5km; ci facciamo tutta la Paolosarpi, poi il nuovo Feltrinelli-Point in dùe prima ghèra l’Ingegnoli cùnt i fiùr; poi la Milanodabere di Via Como e la scenografica Piazza Gae Aulenti; si scende per il sentiero Veronelli per addentrarci nel nuovo parco denominato “Biblioteca degli alberi” vicino al Bosco Verticale; raggiungiamo Susanna&Valeria e ritorniamo indietro.
All’arrivo Orlando, il Re Sardo di Paolosarpi, ha preparato fuori dalla Pizzeria Da Giuliano un bel ristoro gestito da la piscinìna Lucia con ravanej remulàs barbabietùle e spinàs; io però mi sono buttato in sù la murtadèla e ‘l jambùn; mentre in da la spina de la Peroni vègniva giò il biondo thè.
Aspettiamo l’arrivo di quelli della 10km e po', minga cùntent, ci portiamo dalla parte opposta di Paolosarpi per battagliare sul km cinese. Si tratta di percorrere a manetta tutta la via da parte a parte per un totale di 888 metri; per fùrtuna che agli incroci a ghè la banda Inps dal Segrelio inscì se risc-ia minga de andà a sbàtt cuntra al “dudès”, nel senso di jumbotram!
Mentre alla 5 e 10km eravamo in 200 al km cinese abbiamo partecipato in pochi, così sono riuscito a classificarmi nei primi dieci…
Lunga vita al popolo Road, lunga vita al popolo Cinese, lunga vita a tùcc i mè amìs! A l’è stada propi na bèla matinada e sùn turnà a cà cunten mè na pasqua.
Vorrei chiudere con le parole del saggio cinese Yang Shi (minga un santone né! Semplicemente ‘l bagài vistì da purscèll) “Ogni anno è un mega piacere partecipare a questa corsa cinese per VIVIDOWN. Quest’anno vorrei augurare al mio Paese di adozione l’Italia e a tutti suoi abitanti: Prosperità, Tolleranza, Cordialità ! Buon Anno del Maiale” 
Alla prossima,
Compa el Purscèll (a l’è ‘l mè àn!)
>>>SERVIZIO FOTOGRAFICO>>>

Nessun commento:

Posta un commento

Il vostro commento sarà visibile dopo verifica del moderatore.
Grazie