27 agosto 2018

2018 S. M. Maggiore (VB) - Sgamelàa d'Vigezz nel segno dell'ucraino Vasyl - FOTO


***
( Servizio fotografico ) - 26 Agosto 2018 - Edizione numero 45 della Sgamelàa d'vigezz con partenza e arrivo a Santa Maria Maggiore. Giornata calda ma non troppo, percorso di km 25, velocizzato nel finale.  
Ha vinto l'ucraino Vasyl Matvyichuk, talento da qualche anno residente a Domodossola, tesserato per il G.S. Gabbi di Bologna. Eccellente la sua galoppata con tempo finale di un'ora 40 minuti e 23 secondi. Un minuto e mezzo di vantaggio sul primo inseguitore Marco Giudici (Sport Project Vco) di 13 anni più giovane, mentre al terzo posto si è classificato l'idolo locale Mauro Bernardini. Solo grandi firme nell'alta classifica che ha poi visto piazzati nell'ordine Luca Valenti (Sport Project Vco), Pierluigi Annaratone (Cus Camerino), Simone Romeo (Caddese), Alessandro Pellicanò (Sport Project Vco), Stefano Cerlini (Bognanco),
Simone Toffano (Amatori Atletica Casorate) e buon decimo il cusiano di Soriso Marco Rossi (Podistica Arona) in un'ora 50 minuti. Quest'ultimo è lo stesso che solo pochi giorni fa ha disputato nell'entroterra di Gozzano dieci maratone in dieci giorni consecutivi (una ogni mattina a partire dalle 8) con tempo finale che con 32 ore e poco altro è risultato il terzo assoluto dopo quelli del vincitore, un inglese, e del mitico romano Giorgio Calcaterra, al cui attivo figurano anche dodici edizioni della Corsa del  Passatore di 100 chilometri da Firenze a Faenza. Per la serie "Se non sono fenomeni non li vogliamo".
In campo femminile, sempre a Santa Maria Maggiore, cinque fuoriclasse ai primi cinque posti cominciando con la vincitrice Monica Pilla (Atletica San Marco di Busto Arsizio) nel tempo di un'ora e 58 minuti e proseguendo con Daniela Bergamaschi (Running Soul Cannobio), Francesca Ferrari (omegnese tesserata per l'Avis Verbnia), Sofia Cenetta (Amatori Sport) e Monica Moia (novarese di Momo tesserata per Bognanco). A fare gli onori di casa l'ex maratoneta antigoriano Severino Bernardini, già campione d'Italia di maratona, e lo speaker trecatese Davide Daccò, pure lui con trascorsi podistici di assoluto rilievo.
Sandro Bottelli

Nessun commento:

Posta un commento

Il vostro commento sarà visibile dopo verifica del moderatore.
Grazie