26 febbraio 2017

Ammazzinverno a Marano Ticino-Winter trail a Vogogna-Poker del cross a Trecate

Marano Ticino
E' calato ieri il sipario sull'edizione numero 32 dell'Ammazzinverno, kermesse che si articolava su 19 corse e che ha fatto registrare complessivamente oltre 7 mila presenze. Il canto del cigno con la "Maranesina" di Marano Ticino, preludio alla Gamba d'oro che scatterà domenica 5 marzo da Suno. Al via in 324 e ancora una volta il ticinese Andrea Medina si è dovuto accontentare del secondo posto, preceduto dal sorprendente ossolano Fabio Falcioni, già primo a Vogogna. Buon terzo Paolo Giromini di Gargallo, che a sua volta ha preceduto Christian Mattachini di Mezzomerico
e Giuseppe Antonuccio di Borgomanero. Ma indovinate chi ha vinto tra le donne. Lei, ancora lei, sempre lei, Barbara Benatti, varesina, che da quando gareggia per il GP 76 Oleggio ha fatto passi da gigante. Alle sue spalle bagarre totale: al secondo posto l'agognina Federica Poletti, al terzo Sanda Opayes di Artò, quindi le veterane Annalisa Diaferia e Simonetta Montis. Bene anche gli organizzatori in testa ai quali metteremmo Ketty e Roby, al secolo Caterina Mercatali e Roberto Milan, entrambi già proiettati sulla Gamba d'oro.  
Matviychuk a Vogogna
L'ucraino Vasyl Matviychuk, 34 anni, ora residente a Domodossola, ha fatto propria la sesta edizione del Winter trail di Vogogna che ha visto al via 350 concorrenti. Solo un centinaio hanno scelto il percorso ridotto di 7 km, dove si è registrata la doppietta di Fabio Falcioni (Caddese) che ha preceduto Fabio Borghini e Ivano Frattini; mentre in campo femminile si è imposta Paola Varano (Bognanco) davanti a Daniela Bona e Manuela Stoppini. Sul lungo di 17 km, invece, Vasyl ha trovato un degno rivale nel ticinese Matteo Borgnolo (Cus Insubria Eolo), già vincitore nella tappa di Boca dell'Ammazzinverno, che ha chiuso secondo precedendo Mauro Stoppini (Fisio Delta), Ennio Frassetti (Genzianella) e Marco Giudici (Caddese). In campo femminile successo scontato per l'aquila di Aurano, alias Emanuela Brizio, di professione infermiera all'ospedale di Verbania, sempre tesserata per la bergamasca Valetudo, che ha nell'ordine preceduto Romina Caretti (Avis Marathon Verbania), Daniela Bergamaschi (Cus Insubria Eolo), Antonella Pangallo (Caddese) e Francesca Ferrari (Avis Marathon Verbania). L'organizzazione è stata curata da Atletica Avis Ossolana e Unione Sportiva Vogognese.
Un Agnelli a Trecate
Con un cognome del genere non poteva passare inosservato. Andrea Agnelli, giovane ossolano, portacolori della Caddese dei fratelli Trapani, ha vinto la quarta ed ultima tappa del Poker del Cross Novarese svoltasi a Trecate nel Parco di Villa Cicogna con la regia di Davide Daccò. Agnelli ha preceduto il valsesiano Luca Alciato, mentre Marco Gattoni ha preferito dare forfait avendo già in tasca le tre vittorie ottenute a Vaprio d'Agogna, Bedisco di Oleggio e Castelletto Ticino. Presente invece Erica Caccamo (Azzurra Garbagnate) che sul traguardo ha preceduto Melissa Ragonesi (Valdivedro) e Lorella Atzeni (Casorate). Rapidi conteggi di Mauro Fortina per svelare anche i vincitori di categoria tenendo conto delle tre migliori prove sulle quattro disputate. Uomini: Andrea Agnelli (AM), Carlo Carlini (M40), Livio Barozzi (M50), Mario Cialfi (M60) e Giovanni Grassini (M70). Donne: Paola Varano (AF), Barbara Benatti (F35), Ombretta Bellorini (F50) e Anna Mora (F60). Juniores: Tommaso Floriani e Giada Licandro.
Sandro Bottelli

Nessun commento:

Posta un commento

Il vostro commento sarà visibile dopo verifica del moderatore.
Grazie