10 settembre 2016

Corsa, Amici, Castello e Legnano... splendida Legnano Night Run, di G. Colombo

[ FOTO ] - Come sempre detto, da Legnanese doc non manco mai ad una LNR. La corro in qualsiasi condizione di forma e meteorologica; quest'anno poi la curiosità era davvero grande per il nuovo percorso e specialmente per il luogo diventato il nuovo "cuore" della corsa: il Castello Visconteo.
Ovviamente non può mancare nemmeno mio fratello, che ormai mi stacca agile ad ogni gara; merito del suo allenatore (io :-)...no, ovviamente merito delle sue gambe. Ritrovo a casa sua con altri tre amici, quattro risate, e via con un breve riscaldamento fino al Castello.
Arriviamo giusto in tempo per vedere i bambini partire, c'è il mio Ale tra loro, "armato" di luce frontale. I bambini percorrono il nuovo anello ciclo pedonale intorno al Castello: sembrano davvero 300 fanti a difesa del Maniero, contro il Barbarossa!
Ma occorre fermare un attimo il racconto per una riflessione: gli organizzatori si sono accorti subito che occorre ripensare la gara dei ragazzi. L'anello intorno al Castello è a mio avviso
splendido se percorso alla domenica mattina presto, alla luce del sole e da soli (o con pochi runner compagni di allenamento). Troppo buio e troppi bambini venerdì sera, troppo intasata la partenza e troppo intasato l'arrivo. Molto meglio la formula su strada degli anni scorsi. Si potrebbe pensare di fare 1 km lungo il Viale Toselli, percorrendo 500mt e poi ritornando per altri 500 mt dopo un'inversione "a U". Ma è solo un'idea, sono certo che Maurizio Pinciroli e soci sapranno trovare una soluzione sicura e accattivante per i ragazzi l'anno prossimo.
Sono già le 20:45 ormai. Ho già salutato un sacco di amici: vicini di casa, conoscenti runners, il mitico gruppo pista del martedì della San Marco quasi al gran completo (Beppe, Samantha, Monica, Ornella, Agostino, Miriam, Maddy), mia nipote Chiara e il fidanzato Luca: ma è ora di schierarci al via.
Vista la sua notevole forma e "impermeabilità" al caldo -  che invece mi fa soffrire - impongo a Max di partire davanti e di spingere al massimo: intanto il tempo passa, le 21... 21:05... 21:10 e ancora siamo fermi. Qualcuno si spazientisce. Ci avvisano che 3 postazioni non sono ancora presidiate. Certo, chiudere una strada come V.le Toselli - arteria che collega l'autostrada con Inveruno - non è una cosa semplice. Qualche fischio, non si gradisce tanto le chiacchiere. Ma è anche l'adrenalina.
Alle 21:15 si parte! Zona partenza ampia, ma siamo tantissimi. Ci vuole un po' prima di correre, ma nemmeno tanto, siam partiti abbastanza avanti.
Subito leggera salita e svolta a destra  per il lungo viale di via XX Settembre. Mi attesto su un 4'45 per i primi 2 km che mi soddisfa; si corre bene, belli larghi. C'è gente ai lati della strada, ce ne sarà su tutto il percorso; magari un po' più "caldi" l'anno prossimo ;-)
Si svolta a dx per via Mauro Venegoni, Piazza del Popolo e giù per il sottopasso del Monumento. La spada di Alberto da Giussano ci indica dove andare: a sinistra in via XXIX Maggio. Le gambe girano, alzo il ritmo a 4'40 al km. Ci si dirige verso il vecchio percorso su via Pietro Micca dopo una svolta in una via un po' buia. Lascio andare le gambe ancora in leggera discesa e quando passo davanti all'arrivo delle scorse edizioni, c'è Massi Milani che mi incita. Bella sorpresa, mi distraggo un attimo e a momenti mi storto una caviglia sul pavè. Perdo un po' il ritmo: dopo aver girato quarto e quinto km a 4:35, questo sesto km mi mette un po' in difficoltà e rallento un attimo. Ma appena si rientra su Corso Italia è il momento di accelerare. Recupero podisti prima del cimitero e attacco pure in salita prendendo velocità. Sorriso e pollice alto all'incitamento di mia moglie e via a tagliare il traguardo. Soddisfatto, va benissimo così!
Max mi aspetta con già banana e tè: 4'22 al km la sua media. Aspettiamo e salutiamo vari amici, e piano piano arrivano tutti. Io, Max e i suoi 3 amici siamo tutti soddisfatti, come si vede in foto :-)
Entro nel suggestivo cortile del Castello: una birra me la sono meritata. Mi raggiungono Chiara e Luca, anche loro sorridenti; ma ormai è ora di andare. Un attimo di malinconia, con la Legnano Night Run finisce anche l'estate. Faceva ancora caldo peró...
Il percorso nuovo mi è piaciuto molto, secondo me è molto veloce. Sul ritrovo al Castello che dire... Sono troppo di parte. Spero di vederci correre un Palio intorno prima o poi.
Spero che i non legnanesi venuti a correre nella mia città venerdì sera abbiano apprezzato. E, comunque, sono certo che gli organizzatori sapranno migliorarsi ancora l'anno prossimo. Non vedo l'ora.
Alla prossima corsa!
Gianni Colombo

1 commento:

  1. Bravo Gianni e Bravo Max! bel gruppo e bel racconto spontaneo! Bravo anche Carlo Alberto!!!
    Gigi Abe

    RispondiElimina

Il vostro commento sarà visibile dopo verifica del moderatore.
Grazie