24 marzo 2015

22 marzo 1015, Seregno - Corsa contro il tempo, di F. Feltrin

[ FOTO ] - La giornata di domenica 22 Marzo per me, Fabio De Angeli e Ambrogio (il padre di lui) inizia molto presto. Ore 6.00 colazione, e poi via verso Seregno. Sarà una giornata importante per Fabio perché sono 8-9 anni che non corre più una Mezza Maratona. Il suo obiettivo è quello di migliorare il suo personale (1:12:04): sarà una corsa contro il tempo. Arriviamo presto sul campo, e già notiamo che le condizioni climatiche non sono delle migliori: vento, freddo e una pioggerella insistente. Il percorso si compone di un giro da 20 km, allungato di 1 km “a parte” solo per la mezza maratona, mentre per le gare più lunghe si componeva di vari giri.
Ancora non sono partiti gli atleti della 60k e della 100k, ma per loro ormai manca poco. Entriamo nel palazzetto dello sport e vediamo
alcuni atleti che si fanno massaggiare in previsione del lungo kilometraggio di gara, mentre fuori altri si riscaldano usando il “metodo tradizionale”. Alle 8.00 partono e il palazzetto, appena svuotatosi, torna a riempirsi di atleti, pronti per correre la mezza maratona. Il via è alle 9.00, e io e Ambrogio ci organizziamo per andare al 10° kilometro per vedere il passaggio degli atleti. A una mezz'ora dall'inizio della gara passa il primo atleta, Lahcen, seguito da Fabio e, subito dopo, altri tre, tra cui Marco Ercoli. Dietro di loro il vuoto più assoluto.
Abbiamo quindi ancora una mezz’ora circa per tornare in zona palazzetto, e poter accogliere gli atleti al loro arrivo al traguardo. In macchina ci mettiamo un po’ perché il traffico era rallentato dai podisti della 60k e della 100k, ma arriviamo in tempo. “Pochi minuti e arriveranno i primi atleti della mezza”, annuncia lo speaker, e i fotografi si accalcano disciplinatamente per poter immortalare l’arrivo. Intanto i minuti dell’orologio scorrono inesorabili. Ed ecco arrivare il primo, Lahcen Mokraji, che taglia il traguardo in 1:09:44. passa quasi un altro minuto e arriva il secondo, Marco Ercoli (1:10:43). Penso: “Forza Fabio che ce la puoi fare!”, e infatti appare dall’orizzonte e taglia il traguardo il 1:11:10. Un ottima prova per lui, dopo tutti questi anni.
Arrivano anche le prime donne, e, pian piano tutti gli atleti che correvano la mezza maratona, mentre per l’arrivo delle altre due gare ci vorranno ancora delle ore. Dopo le premiazioni noi andiamo subito a casa, ma Seregno rimane attiva per tutti gli altri atleti rimasti in gara. Nonostante il vento e la pioggerella insistente, o forse anche per quello, in molti si ricorderanno di questa giornata. Noi, sicuramente.
Federica Feltrin

Nessun commento:

Posta un commento

Il vostro commento sarà visibile dopo verifica del moderatore.
Grazie