19 agosto 2014

Ladri e Podisti... occhio al baule!

Come ben sappiamo tutti noi i furti in auto o di auto sono una piaga antica ed anche se le statistiche recitano che sono in diminuzione restano sempre tanti e i ladri il più delle volte restano impuniti.
Alberto, un podista come tanti di noi mi ricordava: "Ti scrivo per evidenziarti che da qualche tempo sembra ci sia una banda di ladri che segue pedissequamente gli appuntamenti delle varie corse e- durante lo svolgimento delle stesse - si diletta a forzare/scassinare in seriale le auto dei partecipanti.   (ultime a di Boffalora, Brebbia)
L’attività’ credo sia tra l’altro proficua e mirata considerato quello che si può trovare a bordo (tablet, documenti, carte, navigatori…); in sostanza tutti quei valori che un automobilista in altre situazioni porterebbe con sé.
Le denunce “se fatte” agli organi preposti presumo
lascino spesso il tempo che trovano.
Mi chiedo: se nell'ambito dell’organizzazione delle manifestazioni, fossero sensibilizzati i responsabili a indirizzare qualche volontario  in più al  sorvegliamento della zona parco auto, non daremmo una risposta adeguata a questi malviventi? –  oltre che un buon servizio ai partecipanti..."
Il problema è grave e sempre più frequente in tutte le gare podistiche  affollate o meno; tanti  hanno subito l'amara esperienza di trovare l'auto forzata e il baule o l'abitacolo svuotato di quegli oggetti di valore che il podista poco attento lascia dentro.
Il ladro di podisti è lì in mezzo a noi che ci osserva con occhio attento curando cosa lasciamo nel baule dell'auto dopo che ci siamo cambiati per andare a correre.
Cosa possiamo fare? Innanzi tutto portiamoci dietro lo stretto indispensabile in termini di denaro, documenti, chiavi e telefonini e se possibile mettiamo tutto in un piccolo marsupio ove non è previsto un deposito borse custodito. Il ladro di solito cerca  denaro,  carte di credito e  telefonini ma il binomio perfetto è carta di credito/bancomat e telefonino perché molti  hanno l'imprudenza di segnare il Pin nel telefonino...è capitato anche a me!
Molte volte il ladro non ha bisogno neanche di forzare le portiere perché il buon podista fiducioso dell'onestà altrui "nasconde" le chiavi dell'auto nei posti più "impensabili" tipo sportellino del carburante, parafango, ecc, ma il ladro intanto è li che ci cura e quando la gara inizia ha tutto il tempo di agire con calma.
Alcune Società organizzatrici sensibili a queste problematiche si sono attrezzate con uomini che controllano i parcheggi ma serve a ben poco, l'unico rimedio valido e sicuro è il deposito borse controllato come avviene ormai da tempo nelle grandi gare.
Noi come podisti facciamo attentamente la nostra parte, le Società facciano la loro così dopo la gara torniamo a casa tutti contenti e torneremo a quella gara più volentieri.
PS. Vi invito a guardare questo breve e utile video trovato sulla rivista Quattroruote>>>
Buone corse a tutti e vi ricordo che settembre è alle porte con una miriade di gare.
Antonio 

Nessun commento:

Posta un commento

Il vostro commento sarà visibile dopo verifica del moderatore.
Grazie